Le Abbazie.it    Siete in: Le Abbazie.it » Umbria » Perugia
Sacro Convento di Assisi - Perugia
  Luogo: Assisi
Indirizzo: Piazza San Francesco, 1
Telefono: 075/8190084-075/819001
Giorni per visitarlo: Lunedi, Martedi, Mercoledi, Giovedi, Venerdi, Sabato, Domenica
Tematica: Conventi e Monasteri
Sito web: Sacro Convento di Assisi ...
Visitata: 7935 volte 

 Descrizione dell'abbazia

Il Convento fa parte di un complesso che comprende anche la Basilica, costruita a partire dalla prima metà del XIII secolo. Gli edifici conventuali comprendono un refettorio, decorato nel Trecento da Fra Martino e un chiostro che presenta archi ad ogiva in pietra bianca e rossa. La Basilica è composta da due locali, uno superiore e uno inferiore più antico, destinato ad ospitare le spoglie di San Francesco. La parte architettonica fu realizzata in più fasi. In facciata la Basilica inferiore presenta un portale doppio in stile gotico sul quale è posto un rosone, mentre il portico fu costruito nel Quattrocento e la loggia presente sulla sinistra è un'aggiunta settecentesca. La Basilica è ad aula unica con copertura a crociera e transetto dotato di abside. Le cappelle vennero aperte nella prima metà del Trecento. La cripta ottocentesca che contiene i resti del Santo è raggiungibile mediante una scala. Gli affreschi presenti sono di grande valore storico artistico, a cominciare dalla Cappella di San Martino, decorata con un ciclo pittorico da Simone Martini. Tra le altre vanno menzionate la Cappella dei Santi Stefano e Ludovico, affrescata da Dono Doni nel Cinquecento e quella della Maddalena, decorata da Giotto e aiuti. La Basilica contiene numerose sepolture illustri. La navata fu affrescata da un artista ignoto chiamato Maestro di San Francesco con scene della vita del Santo e scene della vita di Cristo. Presso il transetto si trova un altare duecentesco sul quale è visibile il baldacchino trecentesco. Alcune delle decorazioni sono state attribuite alla scuola giottesca. Altri artisti che lavorarono nel transetto sono Cimabue, Simone Martini e Lorenzo Lorenzetti. Il coro ligneo tardo quattrocentesco è di Apollonio Petrocchi da Ripatransone, mentre gli affreschi dell'abside sono di Cesare Sermei di Orvieto. Tramite le scale poste ai lati del coro si accede alla Basilica superiore. Si tratta di una costruzione che riprende lo schema architettonico a navata unica della Basilica inferiore. A differenza di quest'ultima, la Basilica superiore è sviluppata in altezza e costituisce un originale esempio di architettura gotica. La parte del transetto fu interamente decorata da Cimabue e dalla sua bottega, mentre la navata presenta nella parte superiore, oltre agli affreschi di Cimabue, opere di autori di scuola romana e forse di Giotto, che dipinse le Storie di Isacco. Anche nella la prima campata sono visibili affreschi attribuiti a Giotto. Nella Basilica è presente una galleria che la percorre internamente a metà altezza. Nella parte inferiore le decorazioni della vita di San Francesco sono indicate come opera di Giotto, ma l'attribuzione è controversa. Altri elementi decorativi importanti sono le finestre di vetri policromi di provenienza tedesca e francese. Alcune di esse però sarebbero opera del Maestro di San Francesco. Presso il complesso è visitabile anche il Museo-Tesoro, che espone, oltre a manoscritti, paramenti e reliquiari, numerose opere d'arte.
 Opinioni sull'abbazia

Nessuna opinione rilasciata per questa abbazia!
Rilascia un'opinione --»

 
Ricerca Avanzata
 



Categorie
 » Abbazie e Certose
 » Conventi e Monasteri

Abbazie nelle città limitrofe:
Nessuna abbazia disponibile!

Visita inoltre:
 » Musei Perugia
 » Monumenti Perugia
 » Palazzi Perugia
 » Eventi Perugia
 » Alberghi Perugia

Copyright © 2006 - Tutti i diritti riservati